I segreti di una progettazione negozio efficace

schizzo di progettazione negozio abbigliamento

Nel mondo del retail  la progettazione di un negozio e la creazione di un concept retail efficace, è un processo affascinante e complesso che permette di distinguersi dai negozi tradizionali.

Iniziamo facendo chiarezza sul cosa si intende per concept retail.

 

Cosa si intende con Concept Retail?

Il concept retail è un tipo di punto vendita o negozio che si differenzia dalla tipica esperienza di shopping tradizionale. Si caratterizza per la sua capacità di offrire ai clienti un’esperienza di acquisto unica e coinvolgente.

Le caratteristiche che lo rendono tale sono:

  • Attenzione scrupolosa
    Un concept retail cura attentamente la selezione dei prodotti in vendita. Non offre una vasta gamma di prodotti casuali, ma piuttosto una selezione ristretta e accuratamente scelta che si allinea a un tema o concetto specifico.

  • Esperienza multisensoriale
    Un aspetto distintivo dei concept retail è la creazione di un’esperienza multisensoriale. Oltre ai prodotti in vendita, si prestano particolare attenzione all’arredamento, all’illuminazione, alla musica, alla profumazione e all’interazione con i clienti per coinvolgerli in modo completo.

  • Tema centrale
    Ogni concept retail si basa su un tema o un concetto centrale che guida la selezione dei prodotti e l’atmosfera generale del negozio. Questo tema può essere legato a un’ idea di stile di vita e ad una scala valoriale a cui il cliente ideale si ispira.

  • Innovazione e creatività
    I concept retail sono spesso laboratori di innovazione e creatività. Sperimentano con nuove idee, design unici e presentazioni innovative dei prodotti.

  • Coinvolgimento del cliente
    L’ interazione con i clienti è fondamentale. I concept retail cercano di coinvolgere i clienti attraverso eventi, esperienze interattive e storytelling.

  • Brand Identity
    Ogni concept retail di successo ha un chiaro brand identity che si riflette in ogni aspetto del negozio, dall’immagine del marchio all’esperienza del cliente.

 

In sintesi, un concept retail è un punto vendita che va oltre il semplice acquisto di prodotti e si concentra sull’offrire un’esperienza unica e coinvolgente ai propri clienti. È il luogo in cui l’immaginazione si unisce al design per creare un ambiente unico che catturi l’attenzione e la fedeltà dei consumatori.

 

Le fasi chiave del processo di progettazione di un concept retail

 

Fase 1: Ideazione

La fase di ideazione rappresenta il punto di partenza e l’obiettivo principale è generare idee innovative ed ispirate che saranno il fondamento del concept store.

Si sviluppa seguendo tappe ben definite, quali:

  • Brainstorming creativo
    È uno strumento essenziale per stimolare la creatività e generare idee. Consiste nel riunire un team multidisciplinare, composto da designer, esperti di marketing e altri professionisti, per discutere apertamente e condividere idee. Nessuna sarà troppo stravagante , l’obiettivo è generare una vasta gamma di concetti.

  • Definizione del tema e del concept
    Una volta raccolte le idee, è il momento di definire il tema e il concept del tuo store. Ci si chiede cosa comunicare ai clienti e quale esperienza si desidera offrire. Il tema deve essere in linea con la visione e il pubblico di riferimento.

  • Analisi di mercato
    Prima di proseguire, è fondamentale condurre un’analisi di mercato approfondita. Sarà necessario comprendere la concorrenza, le tendenze attuali del settore e le esigenze dei consumatori.

    !!! attenzione !!!
    Questa informazione aiuterà a plasmare ulteriormente il concept

  • Prototipazione delle idee
    Nella fase di ideazione, è utile creare prototipi o bozzetti delle idee selezionate. Questo consentirà di avere un’idea più chiara di come apparirà il concept store nella realtà. I prototipi possono essere semplici schizzi o modelli tridimensionali.

  • Valutazione e selezione delle idee
    Non tutte le idee generate saranno adatte per questo va effettuata una valutazione critica delle proposte e selezionare quelle che meglio si allineano con il tema e la visione del concept, prestando attenzione all’originalità e all’attrattiva per il pubblico target.

 

La fase di ideazione è il momento in cui la creatività è al massimo. Non bisogna avere paura di esplorare nuove strade e di pensare fuori dagli schemi.

Una volta completata questa fase, si avrà una base solida su cui costruire uno store unico e coinvolgente.

 

Fase 2: Definizione

La fase di definizione è essenziale per stabilire le fondamenta su cui costruire il concept retail.

Si andranno a delineare in modo chiaro gli obiettivi, il tema e i parametri chiave ponendo l’accento su:

  • Chiarezza dei parametri
    Per iniziare, è basilare stabilire i parametri chiave del concept store. Questi includono il pubblico di riferimento, la posizione fisica del negozio, il budget disponibile e il cronoprogramma per il progetto.
    La chiarezza su questi aspetti sarà la partenza per una definizione precisa.

  • Obiettivi chiari
    Definire gli obiettivi specifici che si desidera raggiungere, che devono essere misurabili nel tempo, quantizzabili e allineati con la visione generale del concept. Ad esempio stabilire obiettivi di vendita, di branding o di coinvolgimento del cliente.

  • Studio di mercato approfondito
    È il proseguo dell’analisi di mercato iniziata durante la fase di ideazione. Si andrà ad approfondire la comprensione delle tendenze attuali del settore, delle esigenze dei consumatori e della concorrenza.

    !!! attenzione !!!

    Queste informazioni saranno fondamentali per puntare ad un concept vincente.

  • Definizione del tema e del concept
    Affinare ulteriormente il tema e il concept store, assicurandosi che siano in linea con gli obiettivi e il pubblico di riferimento. Il concept dovrebbe essere distintivo e memorabile, in grado di differenziarsi dalla concorrenza.

  • Budget e risorse
    Determinare un budget realistico per il progetto e identificare le risorse necessarie. Questo comprende non solo i costi di arredamento e decorazione, ma anche le spese operative per il funzionamento quotidiano dello store.

  • Pianificazione temporale
    Stabilire un cronoprogramma dettagliato che definisca le tappe chiave del progetto e le scadenze. La pianificazione temporale è essenziale per assicurare che il punto vendita sia pronto al momento del lancio.

 

Una volta completata questa fase, si avrà una chiara visione di ciò che si vuole raggiungere e dei passi successivi da intraprendere.

 

Fase 3: Progettazione

Durante questa fase si traduce l’idea e la definizione in un piano di progettazione concreto e tangibile.

Si passerà attraverso questi seguenti passaggi:

  • Sviluppo del concept store
    Si inizia con il suo sviluppo basandoti sulla definizione stabilita nella fase precedente. Questo implica la creazione di disegni e schemi dettagliati per l’aspetto e la disposizione interna del negozio. Si considera l’uso dello spazio, la disposizione dei prodotti e l’estetica generale.

  • Materiali e arredamentoBERSHKA punto vendita di Milano firmato Oma
    Decidere i materiali, gli arredi e gli elementi decorativi che saranno utilizzati nel concept store. Questo include la selezione di mobili, scaffali, display e altri elementi di design. Bisogna assicurarsi che gli elementi scelti siano coerenti con il tema e l’atmosfera desiderata.

  • Visual merchandising
    Pianificare come esporre i prodotti in modo accattivante e coinvolgente e considerare l’uso di illuminazione, colori e layout per massimizzare l’appeal visivo.

  • Tecnologia e sistemi
    Integrare la tecnologia e i sistemi necessari per il funzionamento del negozio. Questo può includere sistemi di pagamento, sistemi di sicurezza e tecnologie interattive per coinvolgere i clienti. Assicurarsi che tutto sia ben connesso per una gestione efficiente.

  • Pianificazione dei costi
    Mantenere sotto controllo i costi durante la fase di progettazione. Monitorare il budget stabilito nella fase di definizione e assicurarsi che tutti i dettagli siano compresi con le risorse disponibili.

  • Collaborazione e supervisione
    La progettazione coinvolge un team multidisciplinare, composto da designer, architetti, elettricisti e altri professionisti. Assicurarsi che ci sia una collaborazione efficace tra i membri del team e supervisionare il processo per garantire che tutto proceda come previsto.

 

!!! attenzione!!!
La figura preposta al supervisionamento è l’architetto project manager a cui è stato affidata la verifica e il controllo.

 

La fase di progettazione è essenziale per trasformare l’idea in un concept store fisico. Una volta completata questa fase, avrai un piano dettagliato e potrai passare alla fase successiva.

 

Fase 4: Prototipazione

La fase di prototipazione è un momento determinante, nel quale i progetti e i disegni realizzati si traducono in prototipi tangibili, e passa attraverso:

  • La creazione di prototipi fisici
    Questi possono essere modelli in scala ridotta o mock-up di parti specifiche del negozio. La creazione di prototipi fisici consente di valutare l’aspetto e la disposizione reale degli elementi nello spazio.

  • Test sul campo
    Questo può includere la disposizione dei prodotti, l’illuminazione, l’accessibilità per i clienti. Con i test si raccolgono feedback da parte del team e si apportano le modifiche necessarie.

  • I prototipi virtuali
    La tecnologia 3D e la realtà virtuale consentono di visualizzare il concept store in modo interattivo. Questo aiuta a valutare l’esperienza del cliente e l’efficacia del design nell’ esperienza di acquisto.

  • La rifinitura dei dettagliallestimento arredo negozio di abbigliamento donna
    I dettagli fanno la differenza nell’esperienza del cliente e assicurasi che gli elementi decorativi, l’arredamento e il visual merchandising siano perfettamente rifiniti non deve passare in secondo piano.

  • La valutazione dell’ efficienza operativa
    Non bisogna limitarsi a valutare l’aspetto estetico del concept store, ma anche l’efficienza operativa. Un layout organizzato è ottimale per la gestione quotidiana del negozio.

  • Ottimizzazione continua
    La fase di prototipazione è un processo iterativo. Non fermarti fino a quando non sei soddisfatto dei risultati e coinvolgi il team facendo ulteriori test se necessario.

 

La prototipazione aiuta ad evitare problemi costosi una volta che il concept store è operativo. Completati questi steps , si sarà pronti per passare all’ultima fase del processo: l’implementazione.

 

Fase 5: Implementazione

È la tappa culminante nel processo di progettazione di un concept retail, durante la quale trasformeremo il concept store dai progetti e prototipi in una realtà operativa.

Lo faremo passando per:

  • Allestimento del concept store
    Inizia l’allestimento del concept store effettivo. Questo significa tradurre tutti i disegni e i prototipi in una struttura fisica funzionante: collocare scaffali, espositori, arredi e decorazioni nel negozio seguendo il piano di progetto.

  • Gestione delle risorse umane
    Durante l’implementazione, si deve necessariamente formare e gestire il personale, verificando di avere il personale necessario, addestralo e assegnando le rispettive responsabilità di ruolo.

    !!! attenzione !!!
    La formazione del personale è fondamentale per garantire un servizio di qualità.

  •  Approvvigionamento dei prodotti
    In questo frangente va controllato che il negozio sia fornito di tutti i prodotti necessari per l’apertura e che questi vengano  sistemati secondo i paramentri definiti dal concept.

  • Test e valutazione
    Prima dell’apertura al pubblico va eseguito un test interno per garantire che tutto funzioni correttamente. Perciò si verifica che i sistemi di pagamento siano operativi, che l’illuminazione sia adeguata e che il layout del negozio sia ottimale.

  • Apertura al pubblico
    Una volta completati tutti i preparativi, è il momento dell’apertura al pubblico e si inizia a offrire alla clientela l’esperienza che hai progettato per lei.

  • Monitoraggio e adattamento
    L’implementazione non è la fine del processo, ma l’inizio di un monitoraggio costante. Dovrà essere una routine ben rodata quella di raccogliere feedback dai clienti, monitorare le vendite e apportare adattamenti se necessario per migliorare l’esperienza del cliente e l’efficienza operativa.

 

La fase di implementazione è critica per il successo del concept retail. Una pianificazione accurata e un’esecuzione attenta sono fondamentali per garantire che il concept store si traduca in una realtà di successo.

 

Fase 6: Lancio e Gestione

La fase finale del processo di progettazione del concept retail è il lancio e la gestione del negozio. Questa fase segna l’inizio dell’attività commerciale effettiva e richiede un’attenta pianificazione e gestione continua.

Ecco cosa comprende:

  • Lancio del concept store
    Durante il lancio, è importante creare un evento speciale o una campagna di marketing per attirare l’attenzione dei potenziali clienti. Questo può includere eventi di apertura, promozioni speciali o una strategia di marketing multicanale.

  •  Gestione operativa
    Una volta aperto, il concept store richiede una gestione operativa costante. Questo comprende la gestione delle risorse umane, la pianificazione delle operazioni quotidiane, la gestione dell’inventario e il controllo dei costi. Una corretta gestione operativa è essenziale per garantire l’efficienza e il successo continuo del negozio.

  • Monitoraggio delle performance
    È fondamentale monitorare costantemente le performance del concept store. Analizzare le vendite, raccogliere feedback dai clienti e valutare se gli obiettivi di business vengono raggiunti.

    !!! attenzione !!!
    Queste informazioni sono cruciali per apportare eventuali correzioni o miglioramenti.

  • Marketing continuo
    La promozione e il marketing continuo sono essenziali per mantenere l’interesse dei clienti nel concept store.
    Creare strategie di marketing a lungo termine per attirare nuovi clienti e fidelizzare quelli esistenti è un investimento di cui tenere conto.

  • Adattamento e innovazione
    Il mercato e le tendenze cambiano continuamente. Per rimanere competitivo, il concept store deve essere disposto a adattarsi e innovare. Vanno perciò considerati nuovi prodotti, servizi o esperienze che possano mantenere il negozio al passo con l’evoluzione delle esigenze dei clienti.

  • Misurazione del successo
    Infine, misurare il successo del concept retail in base agli obiettivi che si sono stabiliti all’inizio del processo e valutare se il negozio sta raggiungendo i suoi obiettivi finanziari e se sta fornendo un’esperienza di acquisto eccezionale ai clienti.

 

La fase di lancio e gestione è decisiva per il successo a lungo termine del concept retail. Richiede un impegno continuo per garantire che il negozio prosperi nel mercato competitivo del retail.

Infine affrontiamo le Conclusioni e I nostri consigli, un riassunto delle fasi del processo di progettazione e l’importanza di un concept retail ben pianificato per sviluppare uno store affermato.

 

Conclusioni

Riassumendo il processo di progettazione, dall’idea alla realizzazione di un concept retail, rappresenta un percorso complesso e gratificante che richiede creatività, pianificazione e attenzione ai dettagli.
Le fasi che lo compongono sono strettamente interconnesse e ciascuna svolge un ruolo fondamentale nella creazione di un negozio di successo.

La sua riuscita dipenderà dalla capacità di seguire attentamente ciascuna fase e di adattarsi alle sfide e alle opportunità che si presenteranno lungo il percorso.

Bisogna tenere a mente che la chiave per un concept store è l’attenzione ai dettagli, l’ascolto delle esigenze dei clienti e la volontà di innovare. Con una pianificazione adeguata e un impegno continuo, si potrà creare un negozio che si distingua nel mercato e che offra un’esperienza unica ai clienti.

Che tu stia aprendo il tuo primo concept store o che stia cercando di rinnovarne uno già esistente, il processo di progettazione è un elemento cruciale per raggiungere riconoscimento nel settore del retail.

 

I nostri consigli

I nostri consigli sono:

  • Affidati a professionisti del settore, che sappiano guidarti e aiutarti in questo percorso creativo e impegnativo. In questo modo potrai concentrarti sulle parti che richiedono la tua assoluta attenzione senza rinunciare alla qualità del progetto finale.

  • Non seguire i trends, questo perchè sono passeggeri e si rischia di avere un prodotto obsoleto in poco tempo. Costruisci un’identità forte in cui il tuo target possa riconoscersi.

  • Non risparmiare su alcune dotazioni che influenzano e influiscono sulla vendita e l’ottimizzazione del punto vendita.

 

Non ci resta che augurarti buon retail!

Trovi i nostri lavori di concept retail e progettazione commerciale nella gallery dei progetti, saremo felici di aiutarti per le fasi analizzate insieme o per avere ulteriori informazioni in merito.